*Old Cosmetic Pie* I’m Feeling… like the Four Elements: Earth

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

Siamo arrivati all’ultima delle puntate “vecchie” di questa collaborazione. Il titolo dice già tutto: questa volta è il turno dei 4 elementi!

“I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.

Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.

I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.
 
Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.
 
Puntuale come ogni fine mese torna la rubrica I’m Feeling. Questo mese, ci siamo lasciate ispirare dai 4 elementi, ognuna scegliendo l’elemento che sentiva più consono.
Io, com’è deducibile dalla foto qui sopra – e dal titolo, sì, lo so – ho scelto la Terra.

Continua a leggere…

Annunci

*Old CosmeticPie* I’m Feeling… like a precious stone: Agate

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

In questo appuntamento ci siamo truccate tutte da pietre preziose… 

 “I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.

Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.

I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.
 
Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.
L’ispirazione di questo mese deriva dalle pietre dure o dalle pietre preziose.
Io, che sono una ragazza semplice che si accontenta di poco, ho sempre amato l’agata, che non è propriamente preziosa, ma fa parte dei quarzi.
Nonostante questo, adoro letteralmente i giochi di striature e colori che compongono questo minerale, così vario e stratificato. Ogni pezzo d’agata è diverso dagli altri, e per me che amo le cose uniche questo è assolutamente un pregio.
Mi sono quindi ispirata alle variegature delle fette d’agata per ricreare il trucco dell’occhio alla vostra sinistra, e per il trucco delle labbra – ormai sono lanciata con le lip art.
Siccome poi amo molto anche l’asimmetria – e, lo ammetto, questa volta è stata anche una questione di praticità – ho optato per un trucco asimmetrico sull’altro occhio, sempre riprendendo il colore dominante,il verde.
Il verde perché è un colore che, nell’ambito di I’m Feeling, non avevo ancora contemplato e mi dispiaceva, perché è un colore che amo molto, ma che in effetti purtroppo non uso spesso come vorrei.
Devo ammettere che nella mia testa le striature erano più variegate e precise, ma non truccandomi più così spesso sto perdendo tutta la (poca) manualità che avevo acquisito col tempo. Dovrei rimediarHAHAHA vabbè, me ne sto zitta che è meglio.
Quanto al procedimento, è davvero semplice: ho prima tracciato le linee con varie matite – Kiko e Neve Cosmetics, principalmente – e ombretti in crema, sfumandole poi tra loro per avere un minimo di gradiente, e riempiendo gli spazi rimasti vuoti con ombretti verdi, marroni e argento dalla Electric di UD, due mono MAC, il verde scuro della Hot Smoked di MakeUp Revolution e ombretti dalla Comfort ZOne di Wet’n’Wild.
Per l’altro occhio ho utilizzato gli stessi prodotti, ma per creare un trucco “normale” e sfumato. Tocco estroso, il sopracciglio verde che richiama i colori del trucco.
Ho anche realizzato un contouring leggero con Kelly di MAC, un ombretto di un bel verde bosco. In foto non si vede ovviamente perché fuori c’era la luce grigiastra della pioggia che smorzava tutto.
Ho contornato le labbra con la parte verde di una vecchia Double Glam di Kiko, sfumata con un LLSE sempre Kiko. Il centro delle labbra è realizzato con il Lip Tar in Feathered di OCC Makeup.
Spero che il mio trucco vi ricordi almeno un pochino l’agata, e che vi sia piaciuto.
Vi lascio alle anteprime delle mie tre brave amiche,che colgo l’occasione di ringraziare: davvero, grazie per aver accettato questa collaborazione, ogni mese trovo nuovi spunti per sfidarmi e spingermi dove altrimenti normalmente non farei, e devo escogitare modi sempre nuovi per realizzare quello che ho in mente.
Tutto grazie a voi.
Ragazze, andate a leggere i loro post, vi ricordo che vi basta cliccare i link nelle didascalie.
Al prossimo mese con I’m Feeling!
Jess – Zaffiro
Miki – Diamante
Patri – Ametista

 

 

 

*Old Cosmetic Pie*Review: Nabla Liquid Tech Lip Color in Hey Boss! + Ghost Invisible Lip Barrier

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

 

Alzi la mano chi non conosce Nabla Cosmetics, ma soprattutto alzi la mano chi non ha mai sentito parlare dei loro Liquid Tech Lip Color e della matita trasparente Ghost – Invisible Lip Barrier.

Nessuno? Proprio nessunonessuno?
Come sospettavo.

Continua a leggere…

*Old Cosmetic Pie* I’m Feeling… like a Black Orchid

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

Questa puntata di I’m Feeling era tutta dedicata ai fiori, ed è stata una delle mie preferite.

“I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.

Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.

I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.

Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.

E’ di nuovo ora di “I’m Feeling…”, ed è anche di nuovo primavera, anche se qui da me non sembra proprio. Venerdì però era il giorno dell’equinozio, e l’appuntamento di questo mese è ovviamente dedicato all’arrivo della bella stagione (si spera).

Continua a leggere…

*Old Cosmetic Pie* Hey, Boss! I’m Daphne… FOTD con Nabla Cosmetics

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

Sarebbe tanto carino avere dei capelli furbi… e invece gnente.
Oggi, continuando il discorso del post precedente, vi faccio vedere l’ombretto Daphne e il Lip Colour Hey Boss! di Nabla.

Continua a leggere…

*Old Cosmetic Pie* I’m Feeling… like a Spirit

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

Continuo la condivisione delle precedenti puntate di “I’m Feeling…”, che ormai non ha più bisogno di presentazioni.

I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.

Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.
 
I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.
 
Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.

Questa puntata è tutta dedicata a… ma al Carnevale, ovviamente, essendo oggi Giovedì Grasso!
La proposta di Miki per il post di oggi è stata quella di rispolverare un vecchio travestimento che abbiamo indossato da piccole, e inventarci un trucco ispirandoci a quello.
L’idea è stata subito accolta benissimo, ma io, la solita guastafeste, ho dovuto modificarla: mia madre ha sempre odiato il Carnevale, e quindi ovviamente non mi portava alle sfilate e MIODDIO travestimenti? Per carità, anche se a me sarebbe tanto piaciuto…
Non avendo nulla di concreto a cui ispirarmi, mi sono basata sulle creature di cui avrei voluto indossare la maschera quand’ero bambina: creature fantastiche, fate o spiriti della natura, belli e variopinti.
Così è nato il look che potete vedere di seguito:

 

Mi sono fatta anche molto, molto ispirare da Legend, il ciondolo che mi vedete in testa, realizzato dal fidanzato della tesora Tizy (qui potete trovare la sua pagina Facebook, Agocentrico – Fantasie in Soutache), che ho amato dal primo momento in cui l’ho visto e che indosso con soddisfazione da quando l’ho acquistato.
Mi ricorda molto un vortice di acqua e aria, con qualcosa della terra, quindi ho colto la palla al balzo e mi sono trasformata in uno spirito.

 

La realizzazione del trucco, come sempre, è a prova di impeditaggine, dato che in qualche modo io dovrò pur fare, ho dei limiti 😛
Le linee grafiche, semplicissime da realizzare in quanto parecchio lineari, la fanno da padrone (come del resto in ogni trucco “stravagante” che mi avete visto fare, mi piacciono proprio, non c’è niente da fare), e mi sono voluta avventurare anche in un campo a me ancora non familiare: la lip art.
Ai posteri l’ardua sentenza.

 

 

 

I prodotti che ho utilizzato sono in prevalenza matite (Avon Mega Impact gel eyeliner in Cobalt, utilizzato anche come matita labbra, e Always on Point Eyeliner in Teal), matitoni ombretto (Kiko Color-Up n. 22, Kiko LLSE n. 03), tamponate con ombretti della palette Sleek Arabian Nights.
L’occhio sinistro invece è tutto realizzato con gli ombretti della palette Duochrome di Neve Cosmetics (Veleno, Mela Stregata, Polline, Pioggia Acida, Abracadabra).

Per le sopracciglia e la palpebra dell’occhio destro, ho usato Zodiac dei Moondust Eyeshadow di Urban Decay.

Sul viso, dopo il fondotinta, ho steso un velo di Liquid Metal di Illamasqua, colore Solstice (oro), per darmi una luminosità “da spirito”.

Anche le ciglia finte sono di Illamasqua, mentre sulle labbra ho lo Wacky Lipstick in Guy di Mulac Cosmetics, con al centro Pioggia Acida e Polline, sempre dalla palette Duochrome.

 

 

Io sono piuttosto soddisfatta di come risulta il trucco nel complesso, e se mai domenica dovessi andare a una qualche sfilata di Carnevale sicuramente replicherei qualcosa di simile.

Vi lascio invece adesso ai tre look delle mie partners in crime, che mi piacciono tutti da impazzire, questa volta si sono davvero superate!

Patri

 

Miki

 

Jess

Speriamo che i nostri sforzi vi siano piaciuti e, perché no, di avervi dato qualche spunto per i vostri trucchi di Carnevale.

Vi ricordiamo che potete unirvi a noi o trovarci sui social con l’hashtag #ImFeeling .

Al prossimo mese!

*Old Cosmetic Pie* #LushLovWomen: Lush + Løv Organic festeggiano la donna con una collaborazione fruttata, sostenibile e… golosissima!

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

Oggi voglio riproporvi questo articolo, pubblicato in occasione dell’evento Lush e Løv Organic per la Festa della Donna, perché parla di due delle mie cose preferite al mondo: i prodotti per il bagno di Lush e i the/tisane.

Ciao bellezze,

torno con un post che mi fa davvero piacere scrivere:

Ieri sono stata all’evento, tenutosi nella Bottega Lush di Via Torino 42, Milano, in collaborazione con il brand francese Løv Organic per la celebrazione della festa della donna.


Tutti conosciamo Lush, ma per chi fosse una novizia del mondo beauty, ecco le informazioni salienti: brand inglese nato nel 1995, produce e vende nei propri negozi, chiamati botteghe, cosmetici freschi, fatti a mano e con una consistente percentuale di ingredienti di origine naturale (in special modo frutta e verdura), biologici, o provenienti da commercio equo e solidale.

Per non parlare della loro sostenibilità: gli imballaggi, se presenti, sono provenienti da materiale riciclato al 100%, ma la maggior parte dei prodotti sono privi di confezione e/o allo stato solido.

Ultimo, ma non ultimo: i prodotti Lush sono Cruelty-free.

Løv Organic è un brand francese (ma di ispirazione scandinava) che condivide la stessa filosofia di Lush: offre una vasta gamma di miscele naturali – the, infusi, tisane – prodotte al 100% con piante biologiche, di prima qualità e dagli effetti benefici: antiossidanti, energizzanti, rilassanti…

Løv Organic condivide con Lush anche la sostenibilità: le loro miscele sono vendute in due formati:

–  in lattine di metallo colorate, piacevolissime alla vista, ma soprattutto riutilizzabili: possono essere ricaricate, riducendo al minimo lo spreco di materiali, e possono anche essere riciclate.

– in bustine fatte di fibre di mais, prive di colla o di punti metallici.

Anche i loro packaging di carta/cartone sono certificati provenienti da foreste sostenibili.

La Boutique Løv Organic si trova in Via Victor Hugo 3, Milano.

Piccola curiosità: la parola løv significa foglia!

Ma parliamo dell’evento vero e proprio: cosa è successo ieri?

I due marchi hanno proposto a me e alle altre persone invitate una favolosa degustazione di una selezione di the e tisane a tema rose e frutti rossi, accompagnate da bellissimi – ma soprattutto buonissimi! – cupcakes al lampone, al mirtillo e alla rosa (chi indovina su quale mi sono buttata io? In verità li avrei mangiati tutti, ma pareva un po’ brutto, no?), e in concomitanza la presentazione di una selezione di prodotti Lush contenenti gli stessi ingredienti, rose e frutti rossi.

Il tutto per spiegarci la filosofia che sta dietro questi prodotti e celebrare con una coccola piacevole la festa della donna.

Un colpo d’occhio niente male.

Il mio preferito: The bianco, The verde, Rooibos, pezzetti di mango, anans e albicocca, aroma naturale di pesca. Che ve lo dico a fare?
Ibisco, rosa canina, frutti di bosco.

Gli infusi e i cupcakes erano davvero buonissimi, e nell’aria aleggiava un profumo paradisiaco.

Un angolino delle meraviglie.

Tutti i prodotti sul tavolo si potevano toccare e annusare liberamente. Abbiamo anche assistito ad alcune dimostrazioni: sono state sciolte nell’acqua dapprima la Coccola da bagno Flutti di Bosco, che colora l’acqua di un fucsia spettacolare e fa tanta schiuma, poi la Bomba da bagno A More, che rilascia un bel colore viola una volta disciolta e contiene… una sorpresina, e infine la Bomba da bagno M’ama Non M’ama, che contiene sette boccioli di rosa e ne ha anche tutto il profumo.

M’ama non M’ama sciolta in acqua.

Alla fine del pomeriggio, giunto il momento di andare (dovevo correre a prendere il treno, altrimenti sarei rimasta a rompere le scatole), le gentilissime organizzatrici mi hanno anche fatto dono di un graditissimo omaggio: 4 bustine dei 4 infusi presentati per l’occasione, e una Coccola da bagno alla rosa e limone, Buonanotte Fiorellino, che è già entrata in azione… Sono una grande appassionata delle Bombe e Coccole da bagno, ne compro in quantità industriale 🙂

Ringrazio ancora tantissimo Giorgia e Maria dell’Ufficio Stampa Lush per avermi invitata a partecipare – era la prima volta che venivo ufficialmente invitata ad un evento, mi sono quasi commossa – e anche Alessandro di Løv Organic, soprattutto per i preziosi consigli sul the bianco e sulle infusioni!

È stato davvero un pomeriggio piacevolissimo.

Vorreste vivere anche voi un’esperienza come questa?

Ebbene, se oggi, 7 marzo, siete in giro per Milano, dalle h. 13:00 alle h. 18:00 il doppio appuntamento è nella Bottega Lush di Via Torino 42, dove il personale di Løv Organic vi proporrà la degustazione delle 4 tisane biologiche, e nella Boutique Løv Organic di Via Victor Hugo 3, dove il personale Lush effettuerà la presentazione di bombe da bagno, spumanti e olii da massaggio a base di rosa e frutti rossi.

E, se partecipate, ricordatevi di condividere le vostre foto sui social con l’hashtag ufficiale #LushLovWomen !

*Old Cosmetic Pie* I’m Feeling… like a Christmas Light

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

Si continua con I’m Feeling perché spero vivamente che, dopo aver pubblicato tutti quelli vecchi, esca finalmente una puntata nuova… e anche di più 😀   E poi, con il periodo natalizio che si avvicina a passi enormi e inesorabili, fa sempre bene qualche idea in più.

I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.

 
Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.
 
I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.
 
Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.
Eccoci ritornate per l’appuntamento di questo mese! E a che tema potevamo mai rifarci, a dicembre, se non al Natale?

Che lo si festeggi o no, che lo si ami o no, non si può sfuggire al Natale – anche se di striscio, qualche festeggiamento/regalo/mangiata ci tocca sempre.
Ed è così che ognuna di noi 4 si è approcciata al trucco per questa puntata: prendendo spunto da qualcosa che ama del Natale.
Io, come ho già detto tutti gli anni da quando ho aperto il blog, del Natale salvo solo l’atmosfera che si respira per le strade, con tutte quelle luci scintillanti che ne cambiano il volto e, con esso, i volti della gente che ci passeggia sotto.
Per questo ho voluto creare un trucco molto luminoso, sia per quanto riguarda la base, sia per tutto il resto.

Ho, purtroppo, miseramente fallito. Se non altro, ho fallito nel fotografare il trucco in modo che si vedessero i riflessi che ho creato in diversi punti degli occhi e del viso. Purtroppo in casa mia la luce è pessima (lo so, è la millesima volta che lo dico, la smetto) e le foto vengono male: i colori sono piatti, le ombre e le luci si smorzano, tutto sembra più chiaro di quanto in effetti è. In questo caso specifico, tutto sembra anche più marrone, mentre la sfumatura degli ombretti era più borgogna e quella del rossetto più berry.

La foto sopra è quella in cui più si nota che l’eyeliner è ricoperto di glitter e che nell’angolo interno e al centro della rima inferiore ci sono dei punti luce dorati.

Il trucco è comunque semplicissimo: per gli occhi ho tenuto una base semplice, molto sfumata, realizzata con dei colori dalle sfumature marrone caldo/borgogna, su cui ho poi picchiettato un ombretto dorato al centro per dare luce. Il punto forte del trucco doveva poi essere la riga di eyeliner bianco tracciata come linea guida e poi picchiettata con i glitter per renderla molto luminosa.

La rima inferiore segue uno schema simile: al centro c’è un ombretto dorato sfumato ai lati con gli stessi ombretti utilizzati per la palpebra superiore.

Per le labbra, ho utilizzato un rossetto color berry molto luminoso e pieno di glitter, ma siccome volevo che fossero davvero lucide e luminosissime ho aggiunto una passata di gloss brillantinato.

Anche per la base ho cercato di fare qualcosa di chiaro e luminoso, non lucido ma fresco.

                                                         
Ho anche provato a fotografarmi col sole pieno, così da cercare di catturare i riflessi dei glitter, ma niente di fatto.
Ecco la lista dei prodotti che ho utilizzato per il trucco:
VISO:
– Make Up Revolution Ultra All Day Prime & Anti – shine Balm;
– Fondotinta Madina Absolutely Ageless Foundation n. 803 – Cream;
– Make Up Revolution Ultra Cover and Concealer Palette in Light – Medium: utilizzata per coprire le imperfezioni e per un leggero contouring in crema;
– Cipria Matte Neve Cosmetics;
– Sleek Blush in Sahara.
OCCHI:
– Urban Decay Primer Potion versione Anti-age;
– Illamasqua Complement Palette: Focus come base sulla palpebra mobile, Forgiveness picchiettato sopra Focus e poi sfumato verso l’alto, Queen of the Night a intensificare l’angolo esterno e Slink come punto luce nell’angolo interno + un mix di Forgiveness e Queen of the Night sulla rima ciliare inferiore;
– Nabla Cosmetics Eyeshadow in Narciso per sfumare Queen of the Night e Antique White come punto luce sotto l’arcata sopracciliare;
– Collistar Ombretto Gioiello effetto strass n. 2 – Oro picchiettato al centro della palpebra superiore e della rima ciliare inferiore;
– Illamasqua Precision Ink Eyeliner in Scribe come base per i glitter;
– Lime Crime Multi-purpose Glitter in Ophiucus picchiettati sopra l’eyeliner con l’aiuto della colla per ciglia finte Essence Frame 4 Fame lash glue;
– Mascara Sleek Full Fat Lash in Blackest Black + mascara Clinique High Impact;
– Matita per sopracciglia Soap&Glory Archery in Brownie Points.
LABBRA:
– Rossetto Maybelline in 547A – Ruby Rose;
– Kiko Instant Volume Lipgloss n. 20.
Voi direte: e per fare sta cagata robetta semplice hai usato tutti sti prodotti…? Ebbene sì, purtroppo.
A parte tutto, il look in foto sembra molto sofisticato (come dice Jess!) e anche dal vivo vi posso dire che è così, anche se i colori sono più intensi e i glitter si vedono. Diciamo che un look simile, se dovessi andare ad un pranzo/cena di Natale, lo realizzerei senz’altro, e anzi ne ho in programma uno abbastanza simile per la sera di Natale in cui sarò dai parenti di Dani.
Devo comunque tentare di risolvere il problema delle foto: qualcuna di voi sa dirmi dove potrei sbagliare/cosa potrei correggere? Ve ne sarò eternamente grata.
Come sempre vi lascio qui sotto i look delle mie bravissime e belle colleghe, se volete leggere i loro post cliccate sui loro nomi in didascalia e sarete subito reindirizzati ai loro blog.
                                                               
Jess
                                                                
Patri
                                                          
Miki

Appuntamento al prossimo mese con un’altra puntata di “I’m Feeling…”!

*Old Cosmetic Pie* I’m feeling… Mauve Mist by Pantone

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*

Si continua con la seconda puntata di I’m Feeling, dedicata ai colori Pantone della scorsa stagione Autunno/Inverno.

I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.
 
Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.
 
I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.
 
Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.
 
Altro giro, altro regalo. Per questo secondo appuntamento, io e le mie compagne di merende abbiamo deciso di ispirarci ai colori della stagione secondo Pantone, che sono questi:
Credits
Siccome, però, non ci piace vincere facile, abbiamo scelto ognuna un colore FUORI della propria comfort zone, ovvero un trucco che non ci piace/ci sta male/con cui non ci siamo mai cimentate. Così, Jess ha scelto Aurora Red, Patri ha scelto Misted Yellow, Miki si è presa Cognac e io, invece, Mauve Mist, colore che credo mi sbatta tantissimo.
Prima di lasciarvi ai look che abbiamo realizzato, ci pare doveroso citare cinque ragazze che l’anno scorso hanno avuto un’idea simile: si sono cimentate tutte e 5 con il colore Pantone dell’anno.
Sto ovviamente parlando delle ragazze del “5 shades of…”, ovvero GoldenViolet, Soffice Lavanda, A Lost Girl (loves makeup), Shopping & Reviews e A Colourful Mess.
Fatta questa doverosa premessa, ecco finalmente il look che ho realizzato con il famigerato color Malva:
Siccome trovo che questo colore mi ingrigisca e mi renda più smorta di quanto io già non sia, ho cercato di renderlo più interessante con l’aiuto di Entropy e Cattleya di Nabla Cosmetics e l’ombretto mono Secret di Sephora, per creare una sfumatura viola-grigio un po’ fumosa. Il malva invece è un mix di tre ombretti H&M di una palette senza nome e dell’ombretto Sultry di Buff’d Cosmetics.
Mi sono tenuta sul grigio anche con la matita occhi, l’Intense Colour Kajal effetto Smoky di Bottega Verde nella tonalità Perla Grigia, un grigio perla pieno di glitter oro.
Sotto l’occhio, invece, per scaldare un po’ l’insieme ho sfumato Entropy con un borgogna della palette Arabian Nights di Sleek e ho passato la parte Blackheart della matita Naked 3 di Urban Decay nella waterline.
Siccome l’insieme era ancora troppo smorto per i miei gusti, ho deciso che, almeno col rossetto, dovevo calcare la mano.
Così, ho steso il Pout Paint di Sleek tonalità Port con un pennellino, e poi ho picchiettato al centro delle labbra lo stesso mix di ombretti malva che ho usato per la palpebra.
Sono rimasta piacevolmente stupita dai riflessi che hanno tirato fuori gli ombretti: anche se non è esattamente confortevole sulle labbra, è una soluzione che devo ricordarmi di adottare quando mi sento in vena di qualcosa di particolare.
Così il look ha decisamente preso un’altra piega, anche se trovo ancora che la zona superiore sia “smortita” (no, non credo sia italiano corretto) dal malva, ma tant’è. Tra l’altro la luce artificiale era un pelo troppo fredda e mi ha smorzato tutte le sfumature, dal vivo l’occhio risultava molto più intenso.
Vi lascio alle anteprime dei bellissimi look delle mie tre colleghe, e vi ricordo che come sempre potete raggiungere i loro post cliccando sui loro nomi, nella didascalia delle foto.
Ci vediamo qui, tra un mese, per il prossimo I’m Feeling… (e a chi indovina il tema, dei cioccolatini!)
Jess  – Aurora Red
Miki   – Cognac
Patri –  Misted Yellow

*Old Cosmetic Pie* I’m feeling … Like a doll – Calavera

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  Oggi si ricomincia con le collaborazioni: ecco la prima puntata di I’m Feeling, che risale ormai quasi ad un anno fa, e rimane sempre un’ottima idea per Halloween.

I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.
 
Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.
 
I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.
 
Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.
 
 
In questa prima puntata, visto il periodo dell’anno, abbiamo voluto proporre un trucco che potesse anche essere uno spunto per Halloween imminente. E cosa c’è di più inquietante… delle bambole? Non so voi, ma mia nonna è una fan sfegatata delle bambole di porcellana… e se per caso mi devo alzare di notte a casa sua, faccio ben in modo di non guardarle (sono ovunque!!), perché i loro occhietti luccicano debolmente e quelle espressioncine fisse sono sottilmente disturbanti.
 
Abbiamo allora deciso, ognuna a modo suo, di dare la nostra interpretazione di bambole “spaventose”, o meglio, inquietanti, e devo dire che i risultati, seppur diversissimi tra loro, sono stati notevoli.
 
Vi lascio alle foto del mio trucco:
 

Ebbene, sì: mooolto originalmente, ho scelto di riprodurre una Calavera, o Sugar Skull, un teschio messicano decorato tipico della festività del Dia de los Muertos. L’immaginario messicano sulla morte è ricchissimo, variegato e molto affascinante, e vi consiglio di approfondirlo perché lo trovo molto bello, per quanto macabro possa essere l’argomento.
Voi direte: però la Calavera non è una bambola. Eh, no, però diciamo che vi si avvicina, perché questi teschi vengono riprodotti con differenti materiali e fattezze, dai dolcetti di zucchero colorato ai manufatti di argilla, quindi diciamo che una certa cuginanza con le bambole c’è.
In più, possiamo considerare affine a una bambola, un po’ macabra, ma dato il tema ci piace, la Calavera Catrina, ovvero uno scheletro donna elegantemente vestito alla moda europea, inizialmente ritratto satirico, poi diventato uno dei simboli del Dia de los Muertos. (Per approfondire, qui.)

In quanto al trucco in sé, è davvero pieno di imprecisioni, ma siate clementi: era la primissima volta in assoluto che mi cimentavo non solo con un trucco di Halloween, ma anche con il trucco da Calavera.

Il punto che personalmente amo meno è il naso: volevo sia dare l’illusione della cavità nasale vuota del teschio, sia rappresentare il seme di picche, stilema che ricorre spesso in questo tipo di rappresentazione (così come il buco della serratura sulla fronte, al centro di una ragnatela). È venuto però troppo grosso e non molto aggraziato, secondo me. Farò sicuramente meglio la prossima volta.
Dite “ciao” ai Doni…
Per il resto, mi sono tenuta sul classico e ho aggiunto un fiore sul mento e qualche fregio sulle guance. Volevo che tutto fosse stilizzato, anche i denti – di solito si vedono anche rappresentazioni più realistiche, sfumate ecc. – per enfatizzare questo lato giocoso che sdrammatizza la morte.
Per questo trucco ho utilizzato pochissimi prodotti:
– colore da viso bianco di marca ignota – cialda da 16g acquistata da Auchan;
– Eyeliner nero in gel Sleek Ink Pot in Dominatrix;
– Ombretto mono Becca in Velour sopra l’eyeliner nero per fissarlo;
– MUFE Aqua Cream n. 08 per il fiore sul mento;
– Eyeliner H&M dorato per rifinire la ragnatela sulla fronte;
– Eyeliner Kiko Metal Glam fucsia per i “petali” attorno alle orbite.
Il difficile è stato in realtà rifinire tutto con il pennellino da eyeliner sottile dopo aver disegnato i contorni con la matita nera in modo leggero. Il riempimento è stato invece abbastanza facile: ho usato l’eyeliner con un pennello sintetico a lingua di gatto.
Nonostante tutte le imperfezioni, mi è piaciuto molto sia realizzare che fotografare questo trucco (la fascia con i fiori è di H&M), e lo rifarei altre mille volte – non è detto che ad Halloween, avendo tempo, io non replichi…
Adesso però vi lascio agli splendidi lavori delle mie 3 colleghe. Cliccate sui loro nomi per leggere i loro post!
Ci vediamo il prossimo mese sempre qui, su questi schermi 😉
 
                                                                                               Patri
                                                                                              Jess
                                                                                              Miki