I’m Feeling… like Queen II – meeting Una Nota di Colore

“I’m Feeling” è il nome che abbiamo scelto per la nostra collaborazione, che origina dalla voglia di confrontarci ed esprimere noi stesse.

Questo gioco nasce dall’unione di quattro diverse personalità: Michela di Miki in the Pink Land, Patrizia di LA is my Dream, Jessica di Cherry Diamond Lips Makeup e, ovviamente, me medesima.

I’m Feeling vedrà l’alternarsi di ispirazioni, interpretazioni e stati d’animo, che avranno come protagonisti epoche, personaggi, moda, festività e qualsiasi cosa faccia nascere in noi la voglia di sperimentare e divertirci.
 
Speriamo che il nostro progetto vi piaccia, che ci farete compagnia in questo percorso e che possa essere per noi un modo di imparare l’una dall’altra.
Per l’appuntamento di questo mese, io e le mie compagne d’avventura abbiamo scelto di operare una commistione tra I’m Feeling… e Una Nota di Colore, collaborazione tra Pat e Miki incentrata sulla musica.
I trucchi di questo mese, dunque, sono realizzati ispirandoci ai nostri albi musicali preferiti.

Senza esitazione alcuna, mi sono ovviamente orientata verso i Queen, e il problema è stato subito quello della scelta dell’album da interpretare, poiché li amo tutti indistintamente, ovviamente alcuni più, alcuni meno, ma nessuno così tanto più degli altri da non lasciarmi dubbi.
Certamente, però, sono molto affascinata dalle atmosfere dei primissimi albi, quelli dalle sonorità decisamente più progressive e barocche, bohémiennes e decadenti.
Proprio pensando a questo ho ricevuto l’illuminazione: Queen 2, il secondo album in studio dei Queen, faceva esattamente al caso mio.
Il perché è presto detto: i Queen hanno concepito questo album come una contrapposizione di due poli opposti, tanto che i due lati – l’album è uscito in LP nel 1974 – sono stati chiamati White Side e Black Side, al posto della solita denominazione “lato A”e “lato B”.
Il White Side è caratterizzato da un tono più intimo e malinconico e le canzoni sono state scritte quasi tutte da Brian May, mentre il Black Side è più cupo e chiassoso e porta la chiara impronta di Freddie Mercury.
Le due figure che dominano l’album sono la Regina Bianca descritta nel brano “White Queen (As It Began)” e la Regina Nera che si affaccia prepotentemente tra i versi del brano “The March of the Black Queen”. Ho scelto quindi di interpretare con il trucco questi due personaggi.
In realtà, tutte le canzoni che fanno parte dell’album, senza eccezione, sono fantastiche e dipingono un universo popolato da mille figure fantasy e immaginifiche, dagli orchi di “Ogre Battle” al semidio di “The Seven Seas of Rhye”, e secondo me la vera perla è il brano “The Fairy Feller’s Master Stroke”, che Freddie ha composto descrivendo l’omonimo dipinto del pittore inglese Richard Dadd.
Vi consiglio VIVAMENTE di ascoltarlo, se ancora non lo conoscete, perché è un trionfo progressive di rara bellezza, a mio parere, e la vocalità di Freddie è sempre sbalorditiva.
Ma veniamo ora al motivo per cui – presumo – siete qui: i look.
Cominciamo, ovviamente, con la White Queen.

 

SONY DSC
“So sad her eyes, smiling dark eyes”

La Regina Bianca è un personaggio malinconico e mitico, un amore irraggiungibile e incompiuto, un essere di estrema grazia, bellezza e tristezza, che si muove in un paesaggio freddo e invernale.

Ho dunque puntato tutto sugli occhi, i suoi occhi che vengono spesso nominati nel testo della canzone, tristi, scuri, ma allo stesso tempo sorridenti.

SONY DSC
“White Queen, how my heart did ache, and dry my lips no word would make…”

SONY DSC

SONY DSC
“The White Queen walks and the night grows pale”

Ho tentato di infondere quest’aura di dolcezza e questo sentore etereo nel trucco, e anche tutta la tristezza di questo personaggio, che infatti sembra lacrimi gocce di luce. Il tutto è realizzato con i colori in crema della 12 Flash Color Case di Make Up For Ever, i glitter argento sempre Mufe, e delle applicazioni di mezze perle per unghie attaccate con la colla Duo per ciglia finte. Per donare ancora più lucentezza, ho applicato lo Studio Eye Gloss di Mac nel colore Pearl Varnish sulla palpebra mobile e nell’angolo interno dell’occhio.

Sulle labbra, l’Ultra Matte Lip di Colourpop nel colore Midi.

Nella foto sotto, invece, trovate una versione con le labbra bianche, per le quali ho utilizzato l’OCC Lip Tar in Feathered.

 

SONY DSC
“So sad it ends as it began.”

Passiamo ora a tutta la malvagità capricciosa della Regina Nera:

SONY DSC
“You’ve never seen nothing like it, no, never in your life.”

La Regina Nera è, ovviamente, tutto l’opposto della Regina Bianca: è vistosa, prepotente, malvagia, ma soprattutto capricciosa e manipolatrice. Soprattutto, è volubile, e come un demone proverbiale fa le pentole, ma non i coperchi.

SONY DSC
“Let me tell you all about it, and the world will so allow it.”

Ho cercato di trasporre tutto questo nel trucco: l’insieme è molto affascinante e glamour, anche se in toni molto scuri; il dettaglio, però, è che non è del tutto preciso: le applicazioni – dello stesso tipo di quelle del look precedente, per dare un senso di continuità ai due personaggi – hanno la colla sbavata, il trucco sulla rima ciliare inferiore è un po’ sbavato, così come quello sulla palpebra superiore, e anche il rossetto è steso senza badare del tutto ai contorni delle labbra.

Un po’ come a dire: “Sono figa, sì, ma non ho tempo di truccarmi per bene, devo dominare il mondo, io.”

Per realizzare il look ho utilizzato gli ombretti della palette quadrata Medium di Sephora, la matita Velvetline di Nabla Cosmetics in Bombay Black, ciglia finte di Illamasqua e il Lip Tar di OCC in Black Dahlia.

image
"I'm Lord of all darkness, I'm Queen of the Night."

La Regina Nera è anche un personaggio abbastanza androgino: si definisce sia Lord che Queen e perciò ho cercato di non creare un look che fosse eccessivamente femminile – diciamo che lo vedrei bene su Ruby Rose, ecco.

image
"Now, do the March of the Black Queen."

Come potete notare, però, nel trucco c’è un elemento che non è né cupo, né cattivo: il punto luce all’interno dell’occhio.
Con questo espediente, ho voluto rappresentare l’idea che in ogni essere umano, per quanto malvagio sia e nonostante le sue scelte, ci sia una piccola scintilla di luce; come dice la canzone:

“In each and every soul lies a man, very soon he’ll deceive and discover; but even till the end of his life, he’ll bring a little love.”

…ma, nonostante questo, il Black Side è irresistibile!

SONY DSC
“I’ll be your bad boy, I’ll do the March of the Black Queen.”

Spero che i miei trucchi vi siano piaciuti, ma soprattutto spero di avervi instillato un po’ di curiosità nei confronti di questo album stupendo che vi consiglio davvero di ascoltare.

 

E ora, come al solito, ecco le preview dei look delle mie tre comari, che come al solito hanno realizzato dei capolavori:

Jess Album
Jess
Patri Album
Patri
Miki Album.jpg
Miki

Seguiteci come sempre sui social con l’hashtag #ImFeeling e al prossimo appuntamento!

Annunci

13 pensieri su “I’m Feeling… like Queen II – meeting Una Nota di Colore

  1. Questo post è poesia, nelle parole e in entrambi i trucchi. Hai reso perfettamente il dualismo dell’album e l’atmosfera di entrambe le canzoni…
    Adoro la White Queen, ma la Black Queen spacca!!!

    Mi piace

  2. Bellissimi entrambi ma, anche per i miei gusti, il look della Regina Nera è a dir poco fantastico… adoro quel punto luce (azzurro/celeste/ghiaccio) che hai nell’angolo interno. Cosa hai usato? Oltre al fatto che questi colore ti stanno benissimo è davvero un makeup molto glamour e dark. Mi piace tantissimo!
    Non sono amante dei Queen come te, ma sicuramente è una band che non si può non apprezzare. Freddy, poi, inutile sottolineare che è una delle voci più belle mai sentite.

    Mi piace

    • Jess bella, grazie :*
      Il punto luce l’ho fatto con il famoso eyeliner di Essence cangiante (che ovviamente purtroppo è fuori produzione), quello che ormai uso in tutti i trucchi perché sono monotona 😂
      Comunque la White Queen adesso piange ancora di più, sappiatelo 😂

      Mi piace

  3. Eccomi di nuovo! Beh, ciò che hai aggiunto completa il tutto e, dopo averlo letto, confermo che fosse necessario arricchire il post con quelle parole e con quelle fotografie, che lo rendono ancora più prezioso.

    Mi piace

  4. Mi sono emozionata leggendo le tue parole, avevo i lucciconi agli occhi *_* sarà che i Queen e Freddie hanno sempre fatto parte delle mia vita, sono cresciuta ascoltandoli e quindi ho percepito ogni tua singola parola, ogni emozione.
    Tanto di cappello per aver reso il tutto così meravigliosamente bene, sono stupendi Selli!

    Liked by 1 persona

    • Patri, non sai quanto mi facciano piacere le tue parole! Ho scritto questo post con tutto l’amore che ho per i Queen, e sono contenta che a te in particolare, loro fan sfegatata,

      Mi piace

      • (Mi spiace, è partito il commento per sbaglio, ma non era ancora finito) sia piaciuto talmente da farti venire i lucciconi. Sono commossa. Grazie.

        Mi piace

  5. non so scegliere quale sia il più emozionante! hai reso sia l’algida bellezza della regina bianca che il torbido potere magnetico della black queen! il punto luce all’interno dell’occhio è superlativo. Sei stata troppo, troppo brava!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...