*Old Cosmetic Pie*Review: Nabla Liquid Tech Lip Color in Hey Boss! + Ghost Invisible Lip Barrier

*Questo post fa parte di una serie che chiamerò “Old Cosmetic Pie”: sono articoli che sono già apparsi sul compianto, omonimo blog di Blogger, che ho voluto recuperare perché significativi o di valore (principalmente sentimentale, lo riconosco).*  

 

Alzi la mano chi non conosce Nabla Cosmetics, ma soprattutto alzi la mano chi non ha mai sentito parlare dei loro Liquid Tech Lip Color e della matita trasparente Ghost – Invisible Lip Barrier.

Nessuno? Proprio nessunonessuno?
Come sospettavo.

Procediamo dunque senza ulteriori indugi alle mie impressioni su questi due prodotti; prima, però, vi lascio agli swatch: Liquid Tech Lip Color – tonalità Hey Boss! + matita Ghost sul contorno labbra.

Una passata di Liquid Tech Lip Color in Hey Boss! + matita Ghost
Due passate di Liquid Tech Lip Color in Hey Boss! + matita Ghost

La prima cosa che si nota, dalle foto, è che su di me Hey Boss non vira così tanto al marrone come si potrebbe supporre guardando gli swatch sul sito. Sito che, tra l’altro, lo definisce come un color prugna: su di me è invece piuttosto un berry, scuro ma un berry. Nella mia testa, una prugna è più viola di così. Comunque sia, trovo che sia un colore bellissimo e che mi stia benissimo, e sono contenta che sia meno marrone di quel che sembrava all’inizio, perché avevo paura che sarebbe stato troppo marrone. Invece no. 1000 punti.

La seconda cosa che si nota è che, in effetti, se in omaggio con questi rossetti davano la Invisible Lip Barrier Ghost (perlomeno quando ho effettuato io l’acquisto), un motivo c’è: il prodotto è liquido, ma la sua consistenza è molto densa, quindi tende a depositarsi in tutte le pieghette del contorno labbra che trova, e serve qualcosa che lo argini un po’. Siccome per fare gli swatch ho applicato il tutto alla carlona, in entrambe le foto si può notare qualche sbavatura, specie sul labbro superiore.
Il problema non sussiste se si applica la matita come decenza vuole, ed il rossetto con un po’ di attenzione in più. Devo dire che l’applicatore a pennellino a me è sempre risultato un po’ scomodo da utilizzare, quindi parte del problema è dato dalle mie turbe psicomotorie. Se, al contrario di me, siete persone normali, è altamente probabile che non avrete nessuna difficoltà di applicazione.

La consistenza di questo prodotto è, per contro, una manna per le mie labbra sul fronte evidenziazione delle pellicine: voi per caso scorgete qualche maledetta spuntare come per caso da qualche parte? Io no, ed è rarissimo in quanto, nonostante io faccia uso smodato di balsami labbra bio e scrub, ho sempre pellicine simili a zolle del deserto (o a lenzuola, fate vobis). Se poi ci mettete anche che me le mangio, avete un quadro verosimile della mia situazione labiale. E lui copre TUTTO! Già solo per questo, è entrato per direttissima tra i miei prodotti labbra preferiti.

Ma parliamo della cosa davvero importante: la durata.
Sapete già che su di me nessun rossetto dura una giornata intera o resiste molto al cibo (di più alle bevande, in effetti, ma non di molto). Questo comunque si difende benissimo, non l’ho mai provato con una matita sotto perché non ne ho sentito il bisogno, con la Ghost sul contorno labbra se la cava benissimo e si è comportato egregiamente persino a Londra: messo al mattino prima di uscire, ha resistito alla colazione (panino con bacon + the) e al pranzo (burrito di verdure), ha cominciato a cedere solo davanti al Caramel Macchiato (più che altro al tappino del Caramel Macchiato, se avessi bevuto dal bicchiere probabilmente ne sarebbe uscito indenne, ma il diametro dei bicchieri di Starbucks è gigantesco e io, per quelle turbe psicomotorie di cui sopra, mi sarei sicuramente sbrodolata. Sic.) e, all’ora di cena, era un velo di colore sulle labbra… però c’era!
Non posso dire nient’altro, se non di esserne soddisfattissima. Uno dei migliori acquisti che ho fatto negli ultimi mesi.

Ve lo consiglio caldamente e, insieme, vi consiglio anche la matita Ghost, che fa il suo sporco lavoro non solo con Hey Boss, ma con tutti gli altri rossetti con cui vorrete accoppiarla. La sua consistenza è cerosa ma leggera, e resistente: *storie di vita vissuta* se sbavate il rossetto quando l’avete già applicata, la sbavatura verrà via per bene solo struccando la parte interessata, perché la matita fisserà il rossetto. Se cercherete come me di ripulire il danno con le dita, otterrete solo di sbavare il colore ancora di più. Sapevatelo.

Se volete vedere Hey Boss e la matita Ghost abbinati ad un trucco occhi, questo è il link giusto da seguire.

Ovviamente, queste sono solo le mie impressioni, e su di voi/le vostre labbra/la vostra pelle probabilmente gli stessi prodotti si comportano in modo diverso. Come? Vi siete trovate bene/male? Raccontatemelo qui sotto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...